21 settembre 2019
seguici su:
+16° C

Museo Diocesano

Se il MAEC ha un’anima prevalentemente archeologica, questo museo è la vera pinacoteca cittadina, un piccolo gioiello che conserva e presenta al pubblico capolavori indiscussi dei grandi maestri dell’arte italiana. Il Museo Diocesano di Cortona nasce alla fine della Seconda Guerra Mondiale per volontà del Vescovo S. E. Monsignor Giuseppe Franciolini e del Capitolo della Cattedrale con lo scopo di tutelare, conservare e dare degna e appropriata collocazione agli straordinari capolavori provenienti dalle chiese, dai conventi e dagli oratori di Cortona e della sua Diocesi.

Raccoglie al suo interno le grandiose opere d’arte dei fratelli Lorenzetti, di Beato Angelico, Bartolomeo della Gatta, Luca Signorelli, Giuseppe Maria Crespi, Francesco Capella e Gino Severini, insieme ad arredi liturgici, reliquiari e paramenti sacri di notevole valore storico ed artistico; ricordiamo particolarmente l’Annunciazione del Beato Angelico, il Compianto sul Cristo morto del Signorelli, l’Estasi di Santa Margherita del Crespi, i cartoni della Via Crucis di Gino Severini, il Reliquiario Vagnucci e il Parato Passerini, realizzato su disegni di Raffaellino del Garbo e Andrea del Sarto.

Il museo trova collocazione nel complesso architettonico del Gesù, che venne edificato tra il 1498 e il 1505 per volontà dei membri della Confraternita Laicale del Buon Gesù e si strutturò in una chiesa superiore, quella appunto del Gesù, e in un oratorio (o chiesa) inferiore destinato alle riunioni e alle attività dei confratelli. La chiesa superiore, a navata unica, aveva originariamente tre altari su cui stavano tre pale commissionate a Luca Signorelli (ora nella sala Signorelli del Museo).

Dove un tempo era l’altare maggiore fa splendida mostra di sé il quattrocentesco fonte battesimale di Ciuccio di Nuccio, originariamente in Cattedrale. Da notare lo straordinario soffitto ligneo del Mezzanotte, in cui sono evidenti, tra gli altri, il monogramma di S. Bernardino (IHS) e i simboli della passione di Cristo. L’Oratorio inferiore fu interamente affrescato dal Doceno su disegno di Giorgio Vasari, con scene tratte dall’Antico e dal Nuovo Testamento; pregevole il gruppo in terracotta datato al 1519 e raffigurante il Compianto sul Cristo Morto.

Il Museo Diocesano è aperto dal 1 aprile al 31 ottobre tutti i giorni dalle 10 alle 18.30; dal 1 novembre al 31 marzo dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17. Chiude solo il 25 dicembre in occasione del Santo Natale. Ingresso a pagamento, accessibilità parziale ai disabili, visite guidate e attività didattiche su richiesta.

Richiesta Disponibilità

Se volete ricevere le migliori offerte per il vostro soggiorno a Cortona, inviando il presente modulo richiederete disponibilità presso le strutture presenti nel Cortonaweb. Riceverete direttamente dai nostri hotel, B&B e agriturismo le migliori offerte per il periodo indicato, a solo titolo informativo e senza nessun impegno da parte vostra.
  • Sono interessato a soggiornare a Cortona nel seguente periodo:
  • Tipo di sistemazione