I Presepi

Il Presepe di San Filippo a Cortona

Il Presepe Artistico viene allestito nella Chiesa di San Filippo e vi si può accedere dall’ingresso in Via Ghibellina 14. La realizzazione del presepe è a cura del Comitato per il Presepe di San Filippo. La caratteristica di questo presepe artistico è che il paesaggio presenta monumenti di Cortona, come la Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Calcinaio, il Duomo, Porta Colonia, il Palazzone, l’Eremo delle Celle e la strada dei Cocciai. Ogni statuina è alta circa 70 cm ed è realizzata in carta pesta.

Il presepe artistico può essere visitato durante le festività natalizie.

Il Presepe vivente a Pietraia

Si rinnova anche quest’anno, nel periodo natalizio, il tradizionale appuntamento con il Presepe Vivente a Pietraia, che dista solo 9 km da Cortona. La Pro loco di Pietraia organizza ormai da molto tempo un evento imperdibile, apprezzato e seguito da un pubblico sempre più numeroso. Il Presepe Vivente viene allestito all’aperto nel boschetto dietro alla Chiesa di San Leopoldo ed è visitabile solo durante i giorni festivi durante il periodo delle vacanze natalizie, dal 24 dicembre al 6 gennaio.

In passato il presepe ha accolto anche la partecipazione di figuranti di religione musulmana ed ebrea, donandogli una componente multietnica e diffondendo un spirito del Natale cristiano che va oltre le barriere religiose e culturali.

Il Presepe meccanico a Fratta

Il primo presepio

Nel Natale 1223 San Francesco realizzò in Greccio, in provincia di Rieti, con l'aiuto della popolazione locale e di Giovanni Velità, signore dei luoghi, un presepe vivente con l'intento di ricreare la mistica atmosfera del Natale di Betlemme, per vedere con i propri occhi dove nacque Gesù. Tutto fu appropriato e, con l'autorizzazione di Papa Onorio III, in quella notte si realizzò il primo presepio vivente nel mondo. I personaggi che nella notte del 1223 animarono il "Presepio di San Francesco" sono quelli tramandati dalla tradizione e dalle fonti storiche, gli scritti di Tommaso da Celano e di San Bonaventura.

Il nostro presepio

Negli anni sessanta a Fratta di Cortona, per la prima volta, Adelmo Luni propose l'idea di realizzare un presepio nuovo ed originale, con personaggi e scenografie in movimento. Allora si utilizzavano materiali e tecniche rudimentali, ma l'idea ebbe successo immediato tanto da meritare il 2° premio al Concorso provinciale dei Presepi indetto dall' E.N.A.L. di Arezzo. Oggi il "Gruppo Presepio Fratta" continua questa tradizione del presepe meccanico permanente, allestito nel capannone adiacente la Chiesa di Sant’Agata e mai smontato. Grazie all’uso di tecnologie avanzate, il presepio meccanico è uno spettacolo coinvolgente ed emozionante che ha già attirato numerosissimi visitatori, scolaresche e famiglie della zona e del centro Italia.

Il messaggio del presepio

Pur rimanendo la natività il tema centrale del presepio, cerchiamo di raccontare la storia della Redenzione, cominciando dall'Annunciazione fino alla Crocifissione, per comprendere meglio il mistero dell’Incarnazione di Dio. La rappresentazione del Presepio è gia di per sé una delle tradizioni più suggestive e assume un valore ancor più profondo riuscendo a combinare religiosità, sentimento, atmosfera e solidarietà, risultando non solo una semplice ricorrenza, ma anche un'occasione di riscoperta dei migliori valori umani. Lo scopo è rappresentare il Natale vero con le sue immagini e trasmettere il suo messaggio cristiano che viene direttamente dal Vangelo, attraverso un'opera che impegna la comunità per giorni e giorni. Il presepio rappresenta uno dei nostri misteri principali della fede: l'incarnazione, Dio che si fa uomo. Anche questo è un servizio prezioso per la comunità dei fedeli, perchè attraverso questi segni visibili si possa adorare il mistero della presenza di Dio nel Mondo.

Orari Apertura

Dal 24 Dicembre all'8 Gennaio

Festivi: 10.00-12.30 - 15.00-19.00

Prefestivi: 15.00-19.00

Per scolaresche e gruppi sociali: dal 12 Dicembre al 15 Gennaio

Per prenotazione telefonare a: 3343063700 - 3338009280 - 0575617085 - 0575617091

o scrivere al seguente indirizzo: Lunirossano@libero.it

Il Presepe in movimento a Ossaia

Negli anni settanta ad Ossaia un gruppo di ragazzi decise di realizzare un presepe in chiesa. Il presepe non era in movimento ma aveva molti effetti visivi. Ogni anno la forma e la scenografia del presepe venivano modificati. Questa tradizione continuò per un decina di anni per poi ritornare nei primi anni novanta sempre con le stesse tradizioni di una volta, ma avendo come caratteristica gli avvenimenti del mondo ( la guerra, la droga, ecc.). Nel 1995 venne realizzato un presepio classico che restò inalterato fino al 2004 quando quattro ragazzi (Michael, Marco, Roberto, Manuel) decisero di continuare la tradizione del presepio che avevano iniziato i loro padri. Allestito nella cappella adiacente la chiesa, il presepe rispecchiava le tradizioni di una volta con la scenografia sempre diversa ogni anno e con la grande novità delle statuine in movimento.

La particolarità del presepe di Ossaia è che viene realizzato con un budget limitatissimo cercando di riciclare più materiale possibile. Dal 2004 ad oggi molti visitatori sono rimasti affascinati dal presepe in movimento.

Il presepe e’ aperto dopo le ss messe e tutti i giorni festivi
dal 24 dicembre al 6 gennaio dalle ore 16.00 alle ore 18.30
Per info, inviare un’e-mail a gruppopresepeossaia@hotmail.it o chiamare al 348/8225367